.
Annunci online

 
raffica 
Dall'Arizona per Kerry
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Kerry
Arizona per Kerry
International Spectator
America's Future
moveon
dailykos
american progress
Mamme contro Bush
meetup
Boston2004
cafebabel
DS Prima Unione
viaggia in USA
DS Ripa
USA elections
Traduci
DS
imprescindibile
vale
aldo
orfini
aletheia
Roma
La Casa Bianca
International Herald Tribune
New York Times
Thw Wal street Journal
CNN
Financial Times
Le Monde
  cerca

"Some men see things as they are and ask: why? I dream things that never were and ask: why not?" Robert Kennedy


 

Diario | Articoli |
 
Diario
50567visite.

3 novembre 2004

Game Over.

Dalle 17.20 di oggi, ora italiana, Europa e Stati Uniti sono lontane come non erano da molti decenni. Quello che l'Europa quasi unanimemente considera il peggior Presidente americano degli ultimi settant'anni è stato rieletto con la più alta percentuale di voti della storia delle elezioni americane. Nonostante i fallimenti in economia, quattro milioni di posti di lavoro in meno, sei milioni di persone che hanno perso l'assistenza sanitaria ed una guerra in Iraq senza vie di uscita. dall'Europa proprio non si riesce a comprendere come questo sia possibile. E ciò dà la misura di quanta distanza ci sia oggi fra le due sponde dell'Atlantico, nonostante metà dell'America, quella Democratica, la pensi come noi. la frattura transatlantica, con altri quattro anni così, è molto probabile che diventi strutturale. La storia è oggettivamente ad una svolta, il dopo Guerra Fredda è finito e l'eterna adolescenza dell'Europa è terminata. Ora l'Europa deve cominciare a camminare con le proprie gambe, perche il papà americano che l'assiste non c'è più. Gli americani hanno in gran numero sottoscritto l'unilateralismo intrapreso da questa amministrazione. Ed ora? Bush sarà chiamato a più miti e multilateralisti consigli per uscire dal pantano iracheno? Può darsi, ma certo il modo di percepire il mondo e la risposta alle sue minacce da parte europea ed americana non è mai stato così differente




permalink | inviato da il 3/11/2004 alle 17:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre