.
Annunci online

 
raffica 
Dall'Arizona per Kerry
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Kerry
Arizona per Kerry
International Spectator
America's Future
moveon
dailykos
american progress
Mamme contro Bush
meetup
Boston2004
cafebabel
DS Prima Unione
viaggia in USA
DS Ripa
USA elections
Traduci
DS
imprescindibile
vale
aldo
orfini
aletheia
Roma
La Casa Bianca
International Herald Tribune
New York Times
Thw Wal street Journal
CNN
Financial Times
Le Monde
  cerca

"Some men see things as they are and ask: why? I dream things that never were and ask: why not?" Robert Kennedy


 

Diario | Articoli |
 
Diario
1visite.

22 febbraio 2008

Intervista a Benita Ferrero Waldner: In Medio Oriente l’Europa sta facendo la sua parte

Di Daniele Marchesi e Raffaello Matarazzo

 BRUXELLES - È tempo di cambiamenti per la politica estera europea. Se verrà ratificato, il trattato di Lisbona introdurrà una serie di riforme nelle relazioni esterne dell’Unione europea che trasformeranno il complesso equilibrio istituzionale di questo settore. Ne parliamo con il commissario europeo alle Relazioni esterne Benita Ferrero Waldner partendo da




permalink | inviato da raffica il 22/2/2008 alle 0:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 febbraio 2008

L’Iran va alle urne: verso una nuova sconfitta dei radicali?

Di Raffaello Matarazzo

TEHERAN - Il prossimo 14 marzo si svolgeranno le elezioni del Majlis, l’Assemblea consultiva islamica che, pur non avendo gli stessi poteri dei parlamenti occidentali, svolge un ruolo non secondario nel sistema istituzionale iraniano. Si tratta di una scadenza molto sentita sia dai cittadini che dalla classe politica del paese. Leggi qui


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. iran elezioni politica estera ahmadinejad

permalink | inviato da raffica il 19/2/2008 alle 10:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 febbraio 2008

Philip Gordon, consigliere di Barack Obama: “l’America è pronta a tornare al multilateralismo. Ma gli europei dovranno darci una mano”

 WASHINGTON - Visibilmente soddisfatto per i risultati ottenuti da Barack Obama nelle primarie del “super Martedi”, Philip Gordon, consigliere per la politica estera del senatore democratico e noto analista politico alla Brookings Institution di Washington, commenta ottimista: “strutturalmente, l’America non è più rigidamente divisa in due come fu nel 2000 e nel 2004, ma ha una chiara maggioranza democratica”. “Questo”, Gordon spiega, “agevolera” un ritorno al multilateralismo in politica estera, ma gli europei ci dovranno aiutare: è stato comodo finora per l’Europa sottrarsi ad alcune responsabilità internazionali con la scusa che si sarebbe fatto “l’interesse di Bush”. Continua qui


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Barak Obama politica estera USA

permalink | inviato da raffica il 19/2/2008 alle 9:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        gennaio